download

Tutti Giù Per Terra!

Tutti Giù Per Terra è un progetto che COOPSSE, in collaborazione con il Consorzio Sociale Agorà, il Municipio V Valpolcevera e numerose realtà associative del territorio, ha realizzato grazie al contributo dei fondi Otto Per Mille della Chiesa valdese-Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi, che ha contribuito con un importo di 14.504 euro.

Le attività sono state svolte tra l’aprile ’17 e il marzo ’18, l’idea prevedeva percorsi di sensibilizzazione ambientale e di civico impegno con attività che, inoltre, avvicinassero i ragazzi alle dinamiche del mondo del lavoro in particolar modo sui temi della sostenibilità e della cura del territorio. In totale quattordici ragazze/i hanno colto quest’occasione coinvolgendosi in attività di manutenzione del territorio forestale della loro comunità (pulizia e manutenzione dei sentieri per la Camminata d’Autunno del Club Alpino Italiano,  azioni di contenimento di micro frane in zona Parco delle Mura). A seguito di una formazione specifica sulla sicurezza sui luoghi di lavoro quattro ragazzi sono stati avviati tirocini formativi di 2/3 mesi, con frequenza bi-trisettimanale, presso la Cooperativa “Le  Formiche” che gestisce la manutenzione del verde nella splendida Villa Serra di Comago.

La prospettiva formativa  (es. “se arrivo in ritardo, la squadra non può iniziare il lavoro, rischiamo di non rispettare i tempi di consegna”), con attenzione alla piena responsabilità individuale e di gruppo ,  ha dato la possibilità ai ragazzi di intraprendere o ridefinire il loro progetti di vita (alcuni sono stati assunti presso aziende del territorio), perseguendo così obiettivi di inclusione.

Il coinvolgimento in termini di cittadinanza attiva e tutela ambientale-culturale ha permesso di saldare i legami di comunità, di far percepire ai ragazzi e alle ragazze coinvolte/i in modo concreto il risultato della loro attività, di promuovere l’importanza della cura del bene comune.

2la Casetta Ambientale situata nel Quartiere Diamante, Begato.

Tutte/i le/i ragazzi sono impegnati in attività di cittadinanza attiva,  partecipando con continuità alle attività del progetto che prevedevano l’intervento di rimozione di rifiuti, la manutenzione dei sentieri e la progettazione d’interventi di miglioramento paesaggistico, assumendo il ruolo di Coach/Capo squadra e progettisti nei confronti di ragazzi più giovani, utilizzando quindi gli strumenti della peer education.

Il progetto nel suo divenire e soprattutto in termini di risultati per la comunità e il territorio è stato condiviso con le i rappresentanti delle istituzioni, con incontri riservati (Presidente,  Assessore all’Ambiente e ai Servizi Sociali del Municipio V Valpolcevera, Coordinatore Ambito Territoriale Sociale 41) e con incontri pubblici (alla presenza dei rappresentanti dell’Assessorato alle Politiche Sociali, Direzione Politiche Sociali Comune di Genova, Club Alpino Italiano, Protezione Civile, ecc.).

E’ stato inoltre possibile, grazie al contributo della Chiesa Valdese,  ristrutturare la serra della Casetta Ambientale, ubicata nel quartiere Diamante, restituendo al territorio un importante presidio per la salvaguardia della cultura ambientale, in una zona della città con tante risorse ma tante difficoltà e recentemente colpito dal crollo del Ponte Morandi.

Con metafora “forestale/agreste”: il progetto ha messo a dimora semi d’albero con radici salde e frutti per il futuro.

Qui il Video che riassume l’inizativa:

 

Per informazioni sui fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese:

http://www.ottopermillevaldese.org/video-2018-otto-per-mille-valdese.php

 

 

Lascia un Commento